Gentle Giant, la biografia

Gentle Giant è stato un gruppo rock progressivo inglese attivo negli anni 70 .

La band era conosciuta per la sofisticata complessità della sua musica (spesso oltre i limiti della sperimentazione) e per le capacità artistiche dei suoi componenti.

Gentle Giant A parte il batterista, erano tutti multi-strumentisti. Sebbene non abbiano ottenuto un grosso successo commerciale, hanno sempre avuto un seguito di pubblico fedele e piuttosto consistente.

Il gruppo dei Gentle Giant fu fondato dai tre fratelli Shulman nel 1970, un anno dopo lo scioglimento del loro precedente gruppo, ai quali si unirono il tastierista e vibrafonista Kerry Minnear e il chitarrista Gary Greene.

La prima produzione del gruppo ovvero i primi cinque album del gruppo, tutti rilasciati tra il 1970 e il 1973, sono generalmente considerati le opere più significative del gruppo.

In effetti è in questi lavori, Gentle giant del 1970, Acquiring the Taste del 71, Three Friends e Octopus entrambi del 1972 e In a Glass House pubblicato nel 1973,

Gentle Giantche il gruppo si esprime al meglio. Questi LP sono caratterizzati con uno stile fortemente eclettico e sperimentale, ottenuto unendo jazz e rock duro ad armonie medievali e barocche. Non a caso un giornalista dell’epoca per definire lo stile del gruppo si inventò la formula “baroque and roll”.

Fra i tratti più chiaramente distintivi di questi primi lavori si devono però citare soprattutto il polistrumentismo e la sovrapposizione di linee armoniche sviluppata in modo spesso artificialmente dissonante.

 

In questa prima fase della loro storia, i Gentle Giant non ebbero la fortuna di ottenere lo stesso successo di altri grandi del progressive, come per esempio Emerson Lake & Palmer o i King Crimson. Stranamente ebbero un grande successo in europa e in particolare in Italia ma non nel regno unito e negli USA.

Dal 1974 questo cambiò, almeno per quanto riguarda il mercato statunitense, con l’uscita dell’album The Power and the Glory, con il quale i Gentle giant cominciarono a riscuotere un buon successo oltre oceano. Questo nuovo successo si consolidò con i successivi Free Hand e Interview entrambi pubblicati nel 1976 ed è dovuto al fatto che tutte queste nuove opere sono suonate principalmente con strumentazioni rock tradizionali e sono caratterizzate da strutture melodiche e ritmiche molto più tradizionali rispetto alla prima produzione.

Solo Il doppio album dal vivo Playing The Fool – Live registrato nell’autunno 1976 testimonia come i loro concerti avessero conservato intatto lo spirito eclettico dei primi tempi.

Gli ultimi tre dischi, prodotti tra il 1977 e il 1980, poco hanno a che vedere con la produzione dei Gentle Giant che, infatti, nel 1980 terminerà la sua produzione artistica.

Discografia

1970 – Gentle Giant
1971 – Acquiring the Taste
1972 – Three Friends
1972 – Octopus
1973 – In a Glass House
1974 – The Power and the Glory
1975 – Free Hand
1976 – Interview
1977 – Playing the fool – Live
1977 – The Missing Piece
1978 – Giant for a Day
1980 – Civilian